Voci di Maggio, tra folclore e gastronomia prende vita un inedito festival della canzone

Il sacro incontra il profano sull’isola più misteriosa del Mediterraneo in occasione di Voci di Maggio 2018. Siamo alla Maddalena, la “dimora” di Garibaldi, che dal 1 al 3 giugno ne ospiterà altri personaggi illustri… primo fra tutti “Santa Rita da Cascia” che vi giungerà con le sue reliquie dall’Umbria, Giulio Goria in veste di presentatore, che da iena un po’ molto profano è, Vecchioni, Congiu, Lai, Nomadi e tanti altri, che insieme agli Istentales e a Gigi Sanna vi faranno trascorrere il migliore festival della canzone made Sardegna che abbiate mai sentito!

 

Così, seppur idealmente l’eroe dei due mondi è pronto a guidarvi alla scoperta delle tradizioni della Maddalena. Dopo Nuoro, Orosei, Olbia, Sassari, Cabras, S. Caterina di Pittinuri e le Terme di Fordongianus, “Voci di Maggio” sbarca nella “capitale” dell’omonimo arcipelago – scelta da Giuseppe Garibaldi prima come luogo d’esilio e poi come fissa dimora – a ospitare dall’1 al 3 giugno l’evento di musica, tradizione, moda e gastronomia di maggior richiamo in Sardegna.
Una manifestazione che proprio quest’anno diventa “maggiorenne”, essendo nata 18 anni fa grazie all’intuito dell’Associazione Culturale “Istentales”, che ha riunito negli anni gli artisti più rappresentativi del panorama artistico isolano e nazionale e che è poi diventata itinerante.
Per tre giorni andrà in scena una grande festa di popolo, con migliaia di persone che affolleranno La Maddalena per scoprire le antiche tradizioni della Sardegna in tutte le possibili sfaccettature: anche quest’anno il ricchissimo programma spazia dai convegni alle sagre, dalle dimostrazioni ai laboratori del “fare”, e ruoterà intorno al grande concerto e ad altri due imperdibili appuntamenti musicali.
Il 2 giugno alle 20.30 saliranno sul palco di Piazza Comando alcuni dei più importanti artisti del panorama sardo e nazionale come Roberto Vecchioni, Istentales, Gruppo Folk Cascia, Maria Luisa Congiu, Tenore Untana Vona, Boes e Merdules bezzos Ottana, Varco Ø, Giuseppe Mascia, Amici del Folklore, Tenore Santu Caralu, Solenadro, Norax, Davide Ruda, Funky Orchestra Berchidda, Haera, Suoni d’Umbra, Davide Guiso & Francesca Lai, Stefano & Elsa Cherchi; l’ingresso sarà come sempre gratuito, sarà presente anche Giulio Goria del programma televisivo “Le Iene” e presenterà la serata Giuliano Marongiu.
E se il 1 giugno andrà in scena il festival di musica elettronica “Ironik Electronik Sardinia” – che vedrà protagonisti Saffronkeira, Enzo Favata, Kabaret Maker, Giangi Cappai, Max Scanu, Lollino, Street Preacher – il 3 giugno saliranno sul palco i Nomadi, special guest che con il loro presenza chiuderanno “Voci di Maggio” dando a tutti l’appuntamento alla prossima edizione.
Da sempre, l’evento punta a riscoprire le tradizioni agro-pastorali della Sardegna e a valorizzare le realtà produttive presenti sul territorio; e così ampio spazio sarà dato anche quest’anno a commercianti, artigiani, Pro Loco regionali e agricoltori: ovvero al cuore pulsante dell’isola in tutte le sue possibili sfaccettature. Con il contributo della Coldiretti Sardegna e dei produttori umbri, andrà in scena un gustoso gemellaggio dei prodotti di Campagna Amica, per conoscere la qualità dei prodotti agroalimentari a filiera corta. E sempre a proposito di buona tavola, la Sagra del maialetto animerà l’intera giornata del 2 giugno, mentre quella del vitello sarà protagonista la giornata successiva.
Il 2 giugno si aprirà con il convegno “Da Garibaldi ai giorni nostri” al Polo Museale di Caprera, al quale interverranno gli agrichef della Coldiretti coordinati da Luigi Pomata; proseguirà con la gara di tosatura, con il torneo regionale di calcio a 5 “Football integrato” e con il grande concerto in piazza. La sera gli Istentales e Vecchioni si esibiranno insieme nella canzone “A mani nude” scritta per i terremotati dell’Umbria e il ricavato della vendita dei cd con canzone andrà per la ricostruzione del convento delle suore di clausura di Cascia.
Il 3 giugno sono invece in programma il battesimo della sella e la serata con gruppi pop sardi, in attesa della performance degli ospiti d’onore: i Nomadi. Per tutti e 3 i giorni di festa, i visitatori potranno curiosare per le vie del centro storico tra stand e sagre con rievocazioni di antichi mestieri, oppure partecipare alle visite guidate nelle aree archeologiche con un comodo bus navetta.
Gara di corsa a piedi in natura che si svolgerà il 3 giugno 2018 sull’Isola di Caprera in uno degli angoli più suggestivi della Sardegna per la conquista del Trofeo Leone di Caprera Trail Running Sardinia.
Il Rettore della Basilica Agostiniana Santa Rita da Cascia e il Comune di Cascia, il segno di riconoscimento per l’aiuto ai terremotati da parte dei pastori sardi per “Sa paradura”, porterà le reliquie e una statua della Santa durante le tre giornate della manifestazione. Arriveranno inoltre, sempre da Cascia 50 agnellini, nati dalle pecore donate per “Sa paradura”.
La Maddalena, insomma, è pronta a trasformarsi nel teatro ideale dell’edizione 2018 di “Voci di Maggio”, che anche quest’anno richiamerà migliaia di spettatori in una irresistibile tre giorni all’insegna dello spettacolo e delle tradizioni più autentiche della Sardegna.
Le tre giornate di Voci di Maggio sono dedicate alla raccolta fondi per la Sla Dream Team “Io sto con Paolo”.
Si ringraziano il Comune de La Maddalena, Protezione Civile, Coldiretti, Banco di Sardegna, Fondazione Sardegna, Regione Sardegna – Assessorato Turismo, Polo Museale Garibaldino. Sponsor ufficiale Nastro Azzurro.
Info:
Data – 1-3 giugno
Località – La Maddalena – Olbia-Tempio
sms a 3408505381
info@fuoriporta.org
www.fuoriporta.org
https://www.facebook.com/fuoriportaweb

 

Print Friendly, PDF & Email
By | 2018-05-14T07:12:29+00:00 maggio 2018|Eventi|