I mulini Caputo in festa per la raccolta del grano

Firmato a Frignano il contratto di filiera per il prossimo anno che prevede l’accordo di Conferimento Grano Nostrum – Grano tenero 100% italiano

 

L’attività di panificazione segue l’intero processo della lavorazione del pane dalla scelta della materia prima alla cottura in forno. L’artigiano panificatore svolge la propria attività sia attraverso lavorazioni di tipo manuale che attraverso l’utilizzo di macchinari e strumentazioni dosando gli ingredienti secondo le ricette, impastando, spezzando e formando i vari tipi di pane. La produzione del pane richiede una corretta fermentazione della pasta e un’adeguata cottura con le giuste tecniche di panificazione.
Al pane il Mulino Caputo di Napoli a Frignano, in provincia di Caserta, ha dedicato nei giorni scorsi una grande festa contadina in occasione del Capodanno del Mugnaio, la festa celebrativa della mietitura.

I mulini  Caputo in festa per la raccolta del grano

il brindisi sul trattore dopo la firma

Nei campi dell’azienda agricola di Francesco D’Amore è stato possibile degustare un menù tipicamente contadino, nonché le pizze preparate dagli esperti pizzaioli, quali: Gino Sorbillo, Davide Civitiello, Pasqualino Rossi e Teresa Iorio, cotte nei forni a legna come vuole la tradizione .

I mulini Caputo in festa per la raccolta del grano

Francesco D’Amore

La serata, allietata dalle musiche del gruppo “I Bottari della Cantica Popolare”, è iniziata con la firma per il prossimo anno del contratto di filiera da parte della  Mulino Caputo di Napoli  e le aziende agricole del Mezzogiorno al fine di rendere la coltivazione del grano tra Lazio, Campania e Puglia sicura e controllata, con la collaborazione di Michele Meninno di Green Farm (azienda di Grottaminarda che si occupa di assistenza tecnica all’agricoltura).

I mulini  Caputo in festa per la raccolta del grano

grano beneaugurante

Nell’accordo viene coinvolta l’intera filiera dalla semina fino al raccolto e allo stoccaggio dei grani, sia locali che provenienti da tutta la Campania, con l’impegno dei coltivatori a produrre  grano che soddisfi gli alti standard qualitativi richiesti da Mulino Caputo  che acquisterà poi il grano.
Il patto di quest’anno rappresenta un’evoluzione della tradizione propiziatoria che prevede feste sui campi per ringraziare del raccolto.
Oggi grazie all’utilizzo di grani delle migliori varietà è possibile ottenere un frumento di panificabilità superiore, con delle specifiche caratteristiche di forza, estensibilità, tenuta e sapore, come la varietà “Don Carmine” con elevato W ma che garantirà elasticità alle farine!

I mulini  Caputo in festa per la raccolta del grano

una famiglia di trebbiatori

La Mulino Caputo entro il prossimo anno conta di raggiungere i 3000 ettari di coltivazioni dedicate alle colture di grano tenero “Grano Nostrum”.
«Quello della tracciabilità è un tema molto attuale – ha dichiarato Antimo Caputo, AD dell’azienda Mulino Caputo – ma, per noi, è un percorso consolidato che ha portato, in questi anni, il Mulino Caputo, prima azienda al Sud, a sottoscrivere un contratto di filiera: dal grano fino alla realizzazione dell’intero processo di trasformazione».

Celebrato il Capodanno del Mugnaio che non è solo la festa delle feste per la cultura contadina, è anche tempo di rinsaldare rapporti e rinnovare alleanze importanti per il Made in Italy!

 

Harry di Prisco

Print Friendly, PDF & Email
By | 2018-06-27T07:55:16+00:00 giugno 2018|Eventi, Fiere, Slide|